Manifestazione (pacifica) - sabato 28 aprile

grafico picchi benzene

Ciao, 
a seguito dei gravi fatti verificatisi in occasione delle esalazioni di "benzene" molto intense che ci hanno raggiunto dal 12 al 19 aprile (vedi grafico allegato), 

nel corso della nostra ultima assemblea pubblica si è proposto e deciso di dar visibilità alle criticità emerse attraverso una "grande" manifestazione pacifica, che si svolgerà:

SABATO 28 aprile, 

ritrovo ore 15 in Piazza Mazzini, Falconara.

Aver riscontrato l'assenza di adozione di misure precauzionali a difesa della cittadinanza ha sconcertato molti, inducendo tanti concittadini a partecipare alla commissione ambiente del 18 aprile, alla possibile ricerca di spiegazioni e maggiori informazioni da parte delle istituzioni. Durante lo svolgimento della stessa molti hanno forse per la prima volta avuto occasione di apprendere anche delle numerose evidenze epidemiologiche che ci riguardano e che sono state nel corso degli anni prodotte da ASUR, ARPAM. Istituto Superiore di Sanità e Istituto Nazionale Tumori di Milano. Questo è stato possibile attraverso gli interventi di due nostri volontari relatori, a cui l'amministrazione ha concesso di poter parlare. Se non eri presente potrai ascoltarli ai link seguenti:

Intervento di Mirco Fanelli (comitato Mal'aria)
https://youtu.be/2UOWwtTV7Y0?t=17m50s

Intervento di Roberto Cenci (Ondaverde Onlus):
https://youtu.be/VI3iR6wkxT4?t=6m46s

Tutto ciò, unitamente alle risposte non esaustive fornite dagli organi tecnici di Regione, Arpam, Asur, Protezione civile regionale, nonché Comune di Falconara, ha fatto nascere una volontà condivisa di dar vita a questo prossimo appuntamento della manifestazione, allo scopo di attirare l'attenzione sul rispetto del nostro diritto alla SICUREZZA.  
Lo slogan scelto per questa giornata non a caso è: SOS, SALUTE OCCUPAZIONE SICUREZZA, 
la sicurezza di chi lavora dentro, la sicurezza di chi abita, vive e lavora fuori dal petrolchimico.

Vorremmo che ad animare l'iniziativa sia presente e rappresentata l'intera città:
genitori, figli, nonni, commercianti, lavoratori, medici e pediatri, associazioni sportive, culturali, ecc.   Tutti insieme presenti, per pretendere la tutela della nostra vita e per porre questo tema inequivocabilmente all'attenzione delle istituzioni e dei media. Per la riuscita della manifestazione, è importante il contributo di tutti, attraverso il passaparola diretto e la partecipazione.

Oltre a ciò che si sta già facendo sui social da Lunedì 23 aprile sera avremo a disposizione i volantini da distribuire, stampa resa possibile grazie ai contributi volontari raccolti in occasione dell'assemblea di giovedì 19 aprile, per una cifra di circa 630 euro (alla manifestazione renderemo pubblico il resoconto della entrata e delle spese).

Per il prelievo di questo materiale cartaceo seguiranno istruzioni tramite FB e Whatsapp. I volantini dovremo portarli nelle abitazioni di Falconara e Castelferretti ma anche all'attenzione di Presidenti e frequentatori di società sportive o associazioni di altro genere (di cui tu stesso/a potresti fare parte). Ognuno si senta libero di provvedere a farsi portavoce diretto di questo invito alla partecipazione verso chi vuole, è molto importante.

La manifestazione vorremmo possa essere animata da intere famiglie e arricchita da striscioni e cartelli. Invitiamo pertanto a collaborare, preparatene autonomamente, con il massimo della fantasia. Saranno benvenuti messaggi/frasi "civili" ma che al contempo comunichino il disagio vissuto, la richiesta di sicurezza e verità di cui tutti insieme cercheremo di farci portavoce ulteriormente durante questa giornata in cui il risultato più bello e utile sarebbe quello di vedere una comunità coesa.

All'interno dell'evento fb trovi il comunicato con il quale stiamo diffondendo l'appuntamento sui social:  https://www.facebook.com/events/356854384809596/
Aggiungi inviti, condividi.

A presto.

Roberto, per il Comitato Mal'aria e Ondaverde Onlus.

 

SOS - Salute Occupazione Sicurezza

FB IMG 15245505102299285

SOS SALUTE OCCUPAZIONE SICUREZZA

I diritti fondamentali alla Sicurezza e alla Salute sono stati messi pesantemente a rischio dall’incidente alla Raffineria API del 12 Aprile, e la mobilitazione di tanti cittadini ha deciso di organizzare una grande manifestazione pacifica per sabato 28 aprile alle ore 15.00, con punto di ritrovo in Piazza Mazzini (Falconara Marittima).

Non possiamo non criticare pesantemente la gestione, da parte delle istituzioni, dell’incidente e delle conseguenti esalazioni di benzene, sostanza cancerogena, che si sono estese, per settimane a Falconara come in metà Provincia di Ancona, dal Capoluogo a Senigallia. Quindi innanzitutto la difesa elementare e primaria della SALUTE. Salute come bene comune che significa SICUREZZA per tutti: la sicurezza di chi lavora dentro, la sicurezza di chi abita, vive e lavora fuori dal petrolchimico.

Per la riuscita della manifestazione, è importante il contributo di tutti, attraverso passaparola e partecipazione. L’intera città deve essere rappresentata: genitori, figli, nonni, commercianti, lavoratori, medici e pediatri, associazioni sportive e culturali. Tutti insieme presenti, per pretendere la tutela della nostra vita.

Non si tratta solo di una questione locale, cittadina, coinvolge la comunità marchigiana tutta, trova riflessi in tante situazioni critiche nazionali che devono uscire dai recinti territoriali e parlarsi, ricercare e trovare denominatori comuni.

Avremo molti contenuti da portare all'attenzione dei media e degli organi preposti ai controlli.

Per noi Salute e Sicurezza non possono contrapporsi al lavoro e all'OCCUPAZIONE: esprimiamo quindi solidarietà ai lavoratori dell’Api di Falconara e apprezzamento per la decisione assunta di procedere con lo sciopero del 27/4, in favore della sicurezza.

SOS#28 Aprile vedrà la nostra comunità e non solo, tutta, unita, presente insieme, per una richiesta forte di attenzione e verità.

SABATO 28 APRILE ORE 15 PIAZZA MAZZINI FALCONARA MARITTIMA

Comitato Mal’aria - Ondaverde Onlus Falconara – Rete Trivelle zero Marche

 

La Presa degli EX-Mutilatini

2017 07 14 non solo d.estate 01

La recente firma del Protocollo di intesa tra Comune di Ancona, FederParchi Marche e Univpm costituisce un ulteriore tassello nell'ambito del percorso avviato nel 2014 da più di venti associazioni e comitati civici che con la loro mobilitazione hanno di fatto ottenuto l'esclusione dell'immobile dalla possibile vendita a privati.

Il protocollo di intesa è infatti finalizzato alla ricerca di finanziamenti pubblici per il recupero e la valorizzazione sociale, culturale e turistica della struttura nota come ex Mutilatini situata a Portonovo, di proprietà del Comune di Ancona e da molti anni in stato di degrado e abbandono.

L'A.P.S. Portonovo per Tutti organizza per il 14 luglio presso gli ex-mutilatini l'evento "Non solo d'Estate - la Presa degli Ex-Mutilatini" per riproporre il nostro progetto alla cittadinanza, agli operatori economici e alle Istituzioni locali.

Siamo più che mai convinti della necessità, possibilità e urgenza della sua realizzazione!

Partecipate tutti e fate girare l'invito!

Aiutateci a realizzare il progetto recupero e valorizzazione sociale e culturale degli ex-mutilatini!

Sostenete PXT !

Programma:

  • ore 17.00 Anello di Portonovo con il C.A.I -partenza dagli ex-mutilatini
  • ore 17.00 Visita alla chiesetta romanica con Italia Nostra
  • ore 18.00 Pulizia della corte degli ex-mutilatini
  • ore 19.30 aperitivo con Slow Food
  • ore 20.00 Concerto con la B.R.A. Band
  • ore 22.00 degustazione di prodotti tipici alla Torre De Bosis con Forestalp

Contatti: Andrea 333.9662636

Fonte: www.portonovopertutti.eu

 

Basta Acqua Sporca

basta acqua sporca

Video divulgativo sulla dinamica costiera delle spiagge del promontorio del Conero

Maestro d'Ascia

maestro d.ascia

Oddo Stecconi, tra campi e poesia, il video ritratto di uno degli ultimi Maestri d'Ascia del Monte Conero

Al Passetto tra Grotte e Falesia

Alla costa del Conero i ripascimenti non servono

Ci dicono che i ripascimenti sono necessari perché negli ultimi 50 anni il mare si è divorato la costa.
Eppure, come potete vedere dalla foto, anche all'inizio del ‘900 durante le mareggiate le spiagge sparivano.

La raccolta dei polpi min

Oggi invece basta un minimo di mare agitato che subito si invocano opere di difesa costiera.

Licenza Creative Commons

N.B.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati usano i cookie. Navigandolo accetti.