#DIREZIONEPARCO: 5000 passi nel verde

direzioneparco 5000 passi nel verde

Siete pronti a scoprire il verde nascosto di Ancona? Dimenticate l’auto, bastano pochi passi per lasciarvi alle spalle la città. Venite con noi in #direzioneparco!

Vogliamo valorizzare il sentiero che congiunge Vallemiano al Parco del Conero, un percorso lungo quasi 4 km per riscoprirne la bellezza e l’importanza nella vita di tutti.
Costeggiando la valle del torrente Miano sarete catapultati in mezzo alla natura: dolci colline, pioppi, roverelle, cinguettii, campi di grano e canneti. Attraverserete terreni agricoli e aree boschive fino a ricongiungervi con gli altri tracciati già esistenti nel Parco.... continua su www.produzionidalbasso.com/project/direzione-parco-5000-passi-nel-verde/

 

Sentiero della Fonte

Sentiero della Fonte

 

Difendiamo insieme l'esistenza dei sentieri ed il loro accesso pedonale pubblico e gratuito: il caso del sentiero della Fonte

Alcuni sentieri del nostro territorio sono minacciati. Il loro tracciato potrebbe essere interrotto o modificato in modo penalizzante per la pubblica fruibilità.

E' il caso del sentiero della Fonte, a Pietralacroce.  Da anni ci stiamo impegnando in una lunga negoziazione, nel tentativo di mantenere il libero accesso a quest'area di straodinario valore naturalistico e paesaggistico.

Pubblichiamo quindi un documento che abbiamo da pochi giorni inviato al direttore del Parco del Conero per chiedere che il tracciato del sentiero della Fonte venga tutelato in modo permettere a tutti di osservare la fioritura delle orchidee e raggiungere il mare in uno dei tratti più suggestivi della riviera del Conero.

Ti invitiamo a visitare questo sentiero, se ancora non lo conosci, e a lasciarti incantare dalla sua bellezza.  

Difendiamolo insieme.

icona-download-pdf 80x80

scarica il documento

Facebook FanPage

Maestro d'Ascia

maestro d.ascia

Oddo Stecconi, tra campi e poesia, il video ritratto di uno degli ultimi Maestri d'Ascia del Monte Conero

Basta Acqua Sporca

basta acqua sporca

Video divulgativo sulla dinamica costiera delle spiagge del promontorio del Conero

Al Passetto tra Grotte e Falesia

Alla costa del Conero i ripascimenti non servono

Ci dicono che i ripascimenti sono necessari perché negli ultimi 50 anni il mare si è divorato la costa.
Eppure, come potete vedere dalla foto, anche all'inizio del ‘900 durante le mareggiate le spiagge sparivano.

La raccolta dei polpi min

Oggi invece basta un minimo di mare agitato che subito si invocano opere di difesa costiera.

Licenza Creative Commons

N.B.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.