Grazie alle nostre iniziative e alle firme raccolte abbiamo ottenuto grandi risultati !

  • Nei mesi di novembre e dicembre 2014 è stato ricostruito interamente dal Comune di Ancona il terrapieno antistante la Seggiola del Papa che era stato distrutto dalle mareggiate del novembre 2013;
     
  • nei prossimi mesi (presumibilmente maggio-giugno 2015) il Comune di Ancona provvederà a lavori di protezione di parte della falesia della Seggiola del Papa, consentendo di ridurre l’area il cui accesso è attualmente interdetto per ragioni di scurezza;
     
  • le “scogliere naturali e grotte della Seggiola del Papa (Passetto) e della falesia costiera anconetana” hanno ottenuto la posizione n°124 su oltre 22.000 luoghi censiti dal FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) nel suo 7° censimento i “Luoghi del Cuore”.

Basta Acqua Sporca

basta acqua sporca

Video divulgativo sulla dinamica costiera delle spiagge del promontorio del Conero

Maestro d'Ascia

maestro d.ascia

Oddo Stecconi, tra campi e poesia, il video ritratto di uno degli ultimi Maestri d'Ascia del Monte Conero

Al Passetto tra Grotte e Falesia

Alla costa del Conero i ripascimenti non servono

Ci dicono che i ripascimenti sono necessari perché negli ultimi 50 anni il mare si è divorato la costa.
Eppure, come potete vedere dalla foto, anche all'inizio del ‘900 durante le mareggiate le spiagge sparivano.

La raccolta dei polpi min

Oggi invece basta un minimo di mare agitato che subito si invocano opere di difesa costiera.

Licenza Creative Commons

N.B.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Navigando questo sito, chiudendo questo banner o cliccando su un link, acconsenti all’utilizzo dei cookies.

Se vuoi saperne di più leggi la Cookie Policy. Accettando l’informativa d’uso in base al Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016, noto come GDPR (General Data Protection Regulation), questo banner non ti verrà più mostrato.